Cosa mangiare quando si viene a Ferrara ? I Dolci. - Bed & Breakfast La Corte di Occhiobello

B&B
Bed and Breakfast
LA CORTE
Occhiobello
Casa di Campagna
con piscina.
Vai ai contenuti

Menu principale:

Curiosita' > Cosa Mangiare
cosa mangiare a ferrara, dormire a ferrara, b&b a ferrara
PIATTI TIPICI FERRARESI.
Cosa Mangiare quando sei a Ferrara.

I Dolci :
Dolci Ferraresi:
quali amanti tradizionali del "mangiar ben", i ferraresi dispongono di una vasta gamma di dessert, da preparare a seconda delle occasioni. La pasticceria fu molto curata a Ferrara durante il periodo ducale, ma anche durante il periodo pontificio. Ci sono i dolci cosidetti "ricchi" e quelli invece "poveri".. eccone alcuni!

»Pampepato: fa parte dei dolci "ricchi" ed è il dolce tipico di Natale. E' apparso nel corso del 1600 e pare sia stato prodotto dalle monache di clausura del convento del Corpus Domini. Viene preparato con farina, zucchero, cacao, canditi, caffè e mandorle. Dopo la cottura in forno viene bagnato con un liquore particolare e poi ricoperto di cioccolato fondente.







»Ciambella:detta anche "brazadèla" fa parte dei dolci "ricchi" e tradizionalmente viene preparato in occasione della Pasqua. Classica torta col buco della tradizione emiliano - romagnola, di preparazione molto semplice: un impasto di farina, burro, zucchero, uova, latte e lievito, messo a cuocere in forno nella classica teglia ad anello imburrata. Ottima da intingere nel vino passito.







»Mandorlini del ponte:tipico dolcetto della località di Pontelagoscuro, sulle rive del Po nelle vicinanze di Ferrara, ralizzati con mandorle intere. Antica ricetta di Pontelagoscuro, ore la preparazione di questi dolcetti è conosciuta solo da famiglie di eccezionali tradizioni.









»Raviole: tipico dolcetto "a sacchettino" ripieno di marmellata casalinga, derivante da una sfoglia realizzata con farina, uova, burro, zucchero e lievito. Spennellate di alchermes con un po' di granella di zucchero, le raviole vengono poi cotte in forno.
Topino: tipico biscotto ferrarese della ricorrenza di Ognissanti a forma di topino, fatto con il classico impasto della ciambella e due chicchi di uva sultanina per definire gli occhi. Viene realizzato in diverse varianti, ricoperto al cioccolato oppure alle mandorle.









»Torta alle tagliatelle: dolce da forno diffuso nel ferrarese e nel bolognese a base di pasta frolla con mandorle, limone, liquore di mandorle amare e le classiche tagliatelline (taglierini) di pasta sfoglia fatta con uova e farina.







»Torta tenerina o "tacolenta": la torta tenerina è una specialità e un vanto della città di Ferrara. Preparata con una base di cioccolato fondente, burro, zucchero, uova e pochissima farina, una volta sfornata è sormontata da una croccante crosticina ed ha la particolarità di rimanere bassa e con un cuore tenerissimo e umido.






»La persicata: fette sottili di pesche, caramellate e messe al forno, che erano le specialità della pasticceria "Finzi". La "Persicata" nacque tra le mura del monastero di Sant'Antonio in Polesine, dalle mani sapienti di quelle suore benedettine - che al tempo degli Estensi si erano distinte per il canto - che si mostrarono abilissime nel preparare le pesche caramellate per i forestieri e per gli ammalati.

cosa mangiare a ferrara, dormire a ferrara, b&b a ferrara
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu