DORMIRE VICINO E CONSIGLI.Visitare il lago di Garda - Bed & Breakfast La Corte di Occhiobello

B&B
Bed and Breakfast
LA CORTE
Occhiobello
Casa di Campagna
con piscina.
Vai ai contenuti

Menu principale:

Visitare il Lago di Garda.

Un tour dei paesi dell’alto lago: Riva del Garda, Limone, Malcesine
Per me sono i tre paesi più belli dell’alto lago, ognuno in una provincia diversa, ma in realtà molto vicini tra loro. Riva del Garda si trova nel mezzo, sulla sponda trentina, per questo può essere il luogo di partenza ideale per visitare Limone, in provincia di Brescia e Malcesine, in quella di Verona.
Si possono tranquillamente visitare tutti e tre i paesi in un giorno solo. Per esempio Limone dista 40 minuti di battello da Riva del Garda. Dopo un pranzetto, una visita al centro storico di Limone e alle limonaie, fai rotta su Malcesine e raggiungi la sponda opposta in 20 minuti.Visitare il Lago di Garda.
Se vuoi saperne di più leggi che cosa visitare a Limone. Malcesine è famosa per il suo castello scaligero direttamente sull’acqua e per il vivace centro cittadino. E’ meta di turisti stranieri che amano sposarsi in questa romantica cornice.Visitare il Lago di Garda.

Tornato a Riva del Garda ti consiglio di percorrere il lungolago, fermarti nella Piazzetta San Rocco e attraversare Via Marocco, che è una delle vie più antiche di Riva. Non dimenticare la Rocca, una fortificazione con tanto di fossato e ponte levatoio. Per godere di una magnifica vista sali i 165 gradini della Torre Apponale, eretta a guardia del porto.
Visitare il basso lago: Sirmione e Lazise
Due cittadine da non perdere nella zona sud del lago sono Sirmione e Lazise. Sirmione perché sta tutta dentro le mura di un castello medioevale, Lazise perché racchiude in sé tutte le caratteristiche dei paesi lacustri: una darsena ed un colorato porticciolo, delle antiche mura di cinta, tante vie strette con negozietti e boutique ed un bel lungolago su cui passeggiare, prendere un gelato o bere dell’ottimo vino.


Sirmione invece ha un fascino tutto storico: si entra in città attraverso il ponte levatoio e sulla punta della penisola si possono visitare i resti della più grande villa romana dell’Italia settentrionale, chiamate Grotte di Catullo, passando per le terme di Sirmione, famose per i loro effetti salutari.
Fare foto da un punto panoramico Per le foto panoramiche non c’è che l’imbarazzo della scelta: per esempio, proprio arrivando dall’autostrada Rovereto Sud-Lago di Garda Nord verso il lago, c’è la piazzola da cui ho scattato questa foto in una sera d’inverno. E’ sempre piena di gente che si ferma ad osservare il lago. Si trova sulla sinistra, una volta attraversato Nago, proseguendo sulla strada della Maza che porta ad Arco.
La famosa Terrazza del Brivido a Tremosine, è un altro luogo eccezionale. Già dal nome capite che si trova molto in alto ed il panorama lì lascia veramente senza fiato. La si raggiunge facilmente in macchina o in moto.


Altri luoghi che offrono viste spettacolari sono i rifugi sulle montagne che circondano il lago: il Rifugio Altissimo, Maso Naranch in località Pannone o Punta Larici. Anche la via ferrata del Monte Colodri ad Arco non è niente male. Per arrivare in questi bei posti si deve faticare un po’ a piedi o in montainbike…però la soddisfazione è assicurata!
Vuoi qualche luogo suggestivo e facile da raggiungere? Punta San Vigilio a Garda o i Borghi più belli d’Italia (tra cui Tremosine), sono quello che fa per te.
Salire in seggiovia sul Monte Baldo.Una delle escursioni che non mi lascerei sfuggire visitando la prima volta il Lago di Garda è la risalita in funivia sul Monte Baldo, partendo da Malcesine. La tratta si suddivide in due tappe, scendere all’una o all’altra e poi proseguire a piedi?
Ognuno può scegliere quanta fatica fare. Dalla cima si gode di uno dei già prima citati paesaggi da cartolina, ma soprattutto puoi gustare in baita succulenti piatti tipici a base di polenta, cervo, goulash, salumi e formaggi di malga, strudel e crostate. Ti ho fatto venire fame.Assaggiare l’Olio del Garda e visitare il Museo dell’olio di Bardolino.


Il Lago di Garda grazie al suo microclima è circondato da una rigogliosa flora mediterranea e da colline verdeggianti. Siamo molto a Nord, ma una delle colture tipiche di questa zona è proprio la l’ulivo. L’olio del Garda è il prodotto tipico principale del lago ed ha delle particolarità organolettiche che lo rendono unico e pregiato, dal gusto delicato e bassa acidità.Ogni comune intorno al lago può contare uno o più frantoi dove i contadini conferiscono le proprie olive e spremono l’olio. Generalmente è possibile visitarli, fare delle degustazioni e acquistarne qualche bottiglia. Io vi consiglio di visitare il Museo dell’olio a Bardolino e partecipare ad una visita guidata.
Visitare l’ Heller Garden di Gardone e il Giardino Sigurtà Il lago di Garda è stato meta di villeggiatura anche nel passato, per questo è ricco di ville antiche e splendidi giardini che aspettano di essere visitati.
Tra tutti i giardini presenti sul Lago di Garda, i più belli da esplorare sono l’Heller Garden di Gardone, piccolo e molto particolare ed il Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio. Nella bella stagione sono un tripudio di colori e varietà di piante. All’Heller Garden trovi un ambiente intimo dove la natura è accostata a statue e sculture di artisti famosi, come Keith Haring, collinette rocciose, boschi di bambù, fontane e giochi d’acqua.
Il Parco Sigurtà invece è un immenso giardino storico di 600.000 metri quadrati immerso nelle Colline Moreniche, con 18 laghetti, un magnifico labirinto, fattoria didattica, trenino e aree per il pic-nick.


Divertirsi a Gardaland! Se si dice Lago di Garda si dice Gardaland! Di sicuro non ha bisogno di presentazioni. Un parco di divertimenti unico, il più grande del Nord Italia, meta di migliaia di persone ogni anno. Ѐ una tappa obbligata per chi abbia dei bambini abbastanza grandi per divertirsi su giochi spericolati, un po’ meno adatto a bimbi piccoli, secondo me. Forse non tutti lo sanno, ma attorno a Gardaland si è sviluppato un vero e proprio polo di divertimenti che vanno dai rodei cavallereschi di Medieval Times, all’acquario di Sea Life, Movieland, Zoo Safari Natura Viva e Caneva Acquapark. Ce n’è per tutti i gusti, quindi buon divertimento! Un giro in mountain bike sulla Ponale
Una meta imprescindibile per chi ama gli sport all’aria aperta. La Ponale è una strada panoramica che fino a pochi anni fa collegava Riva del Garda con la Valle di Ledro. Oggi è uno splendido sentiero, da percorrere a piedi o in mountain bike, che regala panorami mozzafiato sul lago. Arrivati in cima: ristorarsi nel piccolo abitato di Pregasina o proseguire per il Lago di Ledro? Dipende dall’allenamento! Ci sono tantissimi altri tour che si possono fare anche senza essere degli sportivi, come la Ciclabile sul fiume Sarca. Visitare una limonaia Le limonaie sono delle serre molto particolari che si trovano sulla sponda occidentale del lago, in provincia di Brescia. E’ molto facile scorgerle nei pressi di Limone sul Garda e nei dintorni. Nel Settecento questo piccolo paese di pescatori era diventato famoso per la produzione di agrumi, che da qui partivano per i mercati del nord europa.


Quindi, per preservare le delicate piante nei mesi invernali, sono state realizzate queste costruzioni, con colonne di mattoni e pietra, ricoperte da grandi vetri. Oggi caratterizzano il paesaggio della sponda bresciana e sono visitabili. L’unica limonaia in territorio veronese si trova nel Castello scaligero di Torri del Benaco. Assaggiare i Vini tipici: Lugana, Bardolino, Nosiola Come in tutta Italia, anche sul Lago di Garda si producono ottimi vini. Nella zona delle Colline Moreniche è tipico il Lugana, un vino bianco dal gusto fresco e morbido che mi piace tantissimo.
A breve distanza puoi assaggiare il Bardolino, che prende il nome dall’omonima cittadina, in cui ogni anno ad ottobre si svolge la Festa dell’Uva, assolutamente da segnare in agenda sei sei un esperto degustatore. Nella parte nord abbiamo il Nosiola, tipico della Strada del Vino e dei Sapori “dalle Dolomiti al Garda” ed il Vin Santo, molto dolce e simile al passito.
Direi che il giro del Lago può concludersi con un bel brindisi! Salute!





 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu